Cronaca

Come sarà la Fase 3 della pandemia Covid-19?

Facciamo un punto della situazione su questa Fase 2 che volge al termine

Attualmente siamo nel bel mezzo della Fase 2 della pandemia Covid-19 e ci avviamo verso la Fase 3 ancora pieni di dubbi e considerazioni sull’ultimo DPCM, che recita così: “È vietata ogni forma di assembramento in luoghi pubblici e privati”.

Eppure sembra che questi numerosi assembramenti, anche se pubblicati sui Social in molte occasioni con tanto di foto e video, non vengano “puniti” e non solo in Lombardia, ma in tutta Italia questi episodi sono sempre più frequenti e sempre meno considerati. La domanda dunque sorge spontanea: ci siamo già dimenticati di tutto quello che è successo? Ci siamo dimenticati che,specialmente in zone del nord e in particolare a Bergamo, le bare venivano trasportate in un requiem di dolore?

C’è molta confusione in ogni ambito e questa confusione sembra non accennare a diminuire anche alle soglie della Fase 3, dove continuano assembramenti e si attende un vaccino che non abbia particolari effetti collaterali.  Uno di questi motivi di confusione è certamente il prezzo delle mascherine chirurgiche, che, dopo la data del DPCM 26 aprile, è stato portato a 0,50€, anche se si vociferava di farlo passare a 1,50€ visto che, al prezzo più basso, sono diventate introvabili. Molte fabbriche, a causa proprio del prezzo, hanno fatto una scelta coraggiosa (o forse dettata dalla disperazione?) di non produrne più, almeno per il momento.

Ulteriore motivo di indecisione e dubbi è il modo in cui andrebbe fatta la sanificazione, di modo che non ci siano effetti negativi per la salute a causa delle intossicazioni.

Insomma, ci affacciamo alla Fase 3 ancora pieni di dubbi, chiedendoci come andranno le cose in futuro.

Carlotta Casolaro

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014
Back to top button