Calcio Serie A

Serie A, recuperi del 26° turno: Inter e Atalanta, rientro con i tre punti. Battuti Sampdoria e Sassuolo

Serie A

Il campionato di calcio di serie A torna a riempire i weekend – e non solo – degli appassionati, che vedono così placare la propria astinenza. Dopo i primi due recuperi del 26° turno disputati sabato e che hanno fatto registrare il pareggio per 1-1 tra Torino e Parma e l’affermazione del Verona sul Cagliari per 2-1, ieri sono scese in campo anche Atalanta ed Inter; gli orobici si sono sbarazzati agevolmente del Sassuolo per 4-1, mentre in serata la squadra di Conte si è imposta con qualche affanno di troppo sulla Sampdoria per 2-1.

Atalanta – Sassuolo 4-1. Gasperini ed i suoi ragazzi ricominciano da dove si erano interrotti e con un rotondo poker hanno la meglio su un Sassuolo decisamente fuori forma, al di là del risultato. E pensare che gli orobici all’ultimo momento non hanno potuto contare su Ilicic (contrattura al muscolo del femore) che è stato lasciato a riposo in vista della gara con la Lazio. L’Atalanta si porta in vantaggio al 16°, grazie alla rete di Djimsiti che si fa trovare prontissimo a girare di testa nell’angolino il cross di Caldara da corner. Il raddoppio arriva al minuto 31; Gomez (a cui al 19° la VAR aveva annullato il raddoppio, lasciando però qualche dubbio) pesca Gosens, il quale di testa serve Zapata che ringrazia un titubante Consigli ed insacca il 2-0. La terza segnatura arriva poco dopo (37°) quando Gosens spaventa con un cross Bourabia, il quale intercetta, ma fa carambolare la palla nella propria porta. Sul finale di tempo il Sassuolo va ripetutamente vicino a ridurre lo svantaggio in ben tre occasioni, senza tuttavia riuscirci. Nella ripresa, al 66°, arriva anche la quarta rete orobica; sugli sviluppi di una punizione di Gomez irrompe infatti Zapata che incorna perfettamente il 4-0. Il goal della bandiera per gli emiliani arriva al minuto 92, quando Gollini non può nulla sulla bella punizione dal limite calciata da Bourabia. I bergamaschi si confermano così quarta forza del campionato issandosi a quota 51 punti, mentre i neroverdi restano a 32, con 7 lunghezze di vantaggio sul terzultimo posto.

Inter Sampdoria 2-1. Partita a due facce quella di San Siro, con un’Inter che gioca bene, anzi benissimo, per un’ora, ma che nella ripresa allenta il ritmo e subisce un goal dalla Sampdoria; i blucerchiati, al contrario, dopo un primo tempo da dimenticare, nel finale insistono per pervenire al pareggio, senza però ottenere il risultato sperato. A parziale giustificazione dei genovesi c’è la mancanza in campo di Fabio Quagliarella (capocannoniere nello scorso campionato) che viene sostituito da La Gumina, in pratica alla prima partita da titolare in blucerchiato. Parte subito bene la squadra di Conte, in rete con Lukaku dopo 10 minuti al termine di una splendida triangolazione con Eriksen e Lautaro. Al 30° arriva poi il raddoppio interista per merito proprio di Lautaro Martinez che, in barba alle voci di mercato che lo vogliono molto vicino al Barcellona, segna su rifinitura di Lukaku. Nella ripresa però cambia la musica; o meglio, l’Inter – forse anche per stanchezza – lascia maggiori spazi alla Sampdoria che senza strafare riesce comunque a dimezzare lo svantaggio subito dopo che Lukaku si era divorato il possibile 3-0. Al 52° è infatti Thorsby a punire con la rete del 2-1 una difesa nerazzurra dai riflessi lenti. Nel finale la girandola di sostituzioni regala maggiore freschezza a livello di fiato, ma sul piano tecnico non porta a nulla di rilevante e il risultato non cambia più. L’Inter sale così a 57 punti ed è sempre terza, a 6 punti dalla capolista Juventus ed a 5 dalla Lazio; i doriani invece restano invischiati nella lotta per non retrocedere con 26 punti, uno in più di Genoa e Lecce, terzultimi.

A partire da questa sera andranno in scena i primi tre incontri relativi al 27° turno; alle 19.30, infatti, si disputeranno in contemporanea Fiorentina-Brescia e Lecce-Milan, mentre in serata, alle 21.45, Bologna e Juventus si affronteranno al “Dall’Ara”.

Donatella Swift

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Back to top button