Calcio Serie A

Serie A: Inter, pari-beffa a Verona nel finale. L’Udinese spinge la Spal verso la serie b

Serie A

Il 31° turno del campionato di calcio di Serie A si chiude con il mezzo passo falso dell’Inter, che nel match serale in casa del Verona va sotto di una rete e poi ribalta il punteggio, prima di subire l’amarissimo 2-2 scaligero ad una manciata di minuti dal termine; i nerazzurri scivolano così al quarto posto con 65 punti, ad una lunghezza di distacco dall’Atalanta. Nell’incontro delle 19.30 l’Udinese vince invece senza problemi per 3-0 in casa della SPAL, sempre più ultima; agli estensi, lontani 9 punti dalla salvezza, servirebbe ora un’impresa per garantirsi la permanenza nella massima categoria.

SPAL-Udinese 0-3. Finisce davvero male il tentativo dei ferraresi di riscattarsi dopo la sconfitta patita nell’ultimo turno contro la Sampdoria. Già al 18° infatti l’Udinese sblocca il risultato grazie al colpo di De Paul, che infila Letica con un tiro potente; poco dopo Lasagna potrebbe raddoppiare, ma il pallone finisce fuori. Petagna si mette in evidenza al minuto 29, ma il suo tiro è troppo debole per impensierire seriamente Musso. Passano 6 minuti e Okaka finalizza al meglio una discesa in contropiede di De Paul, il cui tiro dal limite ricade sulla schiena di Bonifazi agevolando proprio l’italo-nigeriano, che può mettere in rete a porta sguarnita. Nella ripresa la squadra di Di Biagio si presenta nei pressi della porta friulana, ma il tiro di Sala finisce fuori non di poco. A nove minuti dalla fine l’Udinese triplica con Lasagna, su un’imbucata di Fofana; e da qui al triplice fischio il confronto non ha più niente da dire. Con questo risultato, l’Udinese scavalca il Torino e aggancia la Fiorentina portandosi al quattordicesimo posto con 35 punti, mentre la SPAL rimane fanalino di coda della classifica con 19 punti e probabilmente è ormai troppo distanziata dal Lecce, quartultimo, che ha 9 punti in più.

Hellas Verona-Inter 2-2. Si conclude in parità al “Bentegodi” la gara tra l’Inter, desiderosa di riscattarsi dopo la sconfitta interna contro il Bologna, ed i padroni di casa, alla ricerca di punti per provare a mirare ancora all’Europa League. Dopo appena due minuti il Verona si porta in vantaggio con il goal di Lazovic, che sfrutta una dormita di Skriniar e con una botta potente sul primo palo regala il vantaggio ai suoi. L’Inter prova subito a riscattarsi con Candreva al 6°, ma il suo colpo di testa in torsione finisce di poco fuori. Gli scaligeri controllano e costruiscono diverse azioni; la più evidente di queste è quella che porta Veloso a colpire il palo dalla distanza. I nerazzurri si limitano al palleggio e appaiono senza idee. Nella ripresa però l’Inter pareggia subito; al 49° infatti Candreva realizza l’1-1 dopo che Lukaku aveva protetto benissimo un pallone in area. Al minuto 55 arriva poi il vantaggio nerazzurro grazie all’autorete di Dimarco che devia nella propria porta un tiro-cross di Candreva. La squadra di Conte appare in grado di portare a casa un match iniziato male e poi raddrizzato, ma a 4 minuti dal termine arriva il pareggio definitivo di Veloso, che batte Handanovic con un preciso tiro mancino. L’Inter non riesce dunque a scavalcare nuovamente l’Atalanta e occupa il quarto posto a 65 punti; il Verona invece conferma il proprio ottimo campionato appaiandosi al Sassuolo a quota 43.

Donatella Swift

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Close
Vai alla barra degli strumenti