Calcio Serie A

Calcio, Serie A: Juventus, pareggio d’oro al 90° con l’Atalanta

La Lazio perde ancora, tris della Roma al Brescia

Gli anticipi della 32^ giornata del campionato di calcio di Serie A alterano parzialmente i distacchi nelle parti alte della classifica. La Juventus infatti, pur disputando un match tutt’altro che brillante contro l’Atalanta, strappa un prezioso 2-2 nel finale e con 76 punti allunga a +8 sulla Lazio, sconfitta in casa dal Sassuolo per 2-1 e insidiata ora dagli orobici che hanno un punto in meno. Vince invece in scioltezza la Roma, che rifila un solido 3-0 al Brescia, penultimo con 21 punti, e conserva il quinto posto a quota 54.

Lazio-Sassuolo 1-2. Sembra non avere fine la crisi dei biancocelesti, giunti alla terza sconfitta consecutiva per mano della squadra di De Zerbi, che viceversa infila il quarto successo di seguito e non perde da sei partite. Dopo una limpida occasione per Immobile, all’8° minuto gli emiliani trovano il vantaggio grazie al gol del giovane Raspadori; la rete viene però annullata dopo la revisione alla VAR a causa della posizione di fuorigioco dello stesso centravanti. Il buon momento del Sassuolo trova poi ulteriore conferma con Djuricic, che fa vibrare la traversa; poco dopo la mezz’ora arriva però l’1-0 capitolino con Luis Alberto, fortunato ad insaccare dopo l’imprendibile discesa sulla destra di Lazzari. Al minuto 52 i neroverdi pervengono al pareggio con Raspadori (servito perfettamente da Caputo) che, a differenza di quanto avvenuto nel primo tempo, può finalmente gioire per il primo gol in serie A. La rimonta ospite si completa infine al 91°, quando Caputo si fa trovare prontissimo sul secondo palo per spingere in rete di testa la sponda di Ferrari. La Lazio resta così ferma a quota 68, insidiata dall’Atalanta a -1 e soprattutto dall’Inter, che domani sera disporrà dell’occasione di agganciare il secondo posto nel posticipo interno contro il Torino; per il Sassuolo la classifica parla invece di 46 punti, con la qualificazione all’Europa League che non costituisce del tutto un miraggio.

Brescia-Roma 0-3. La Roma disputa un primo tempo al piccolo trotto per poi sfondare la resistenza bresciana nella ripresa. Il vantaggio giallorosso arriva infatti solo al 49° grazie alla rete di Fazio, che interviene di sinistro sugli sviluppi di un corner beneficiando anche di un’incertezza tra i pali di Andrenacci. Il raddoppio della squadra di Fonseca cade al minuto 62, quando Kalinic, ottimamente servito da Carles Peres, mette a sedere l’estremo difensore bresciano e deposita in rete il 2-0. Il poderoso sinistro di Zaniolo, imbeccato sulla corsa da Perotti, completa al 74° il tris della Roma, che successivamente potrebbe rimpolpare il proprio bottino con Dzeko, fermato prima dalla traversa e poi dal palo. La squadra di Lopez, penultima con 21 punti, vede sempre più nero, con la salvezza che al momento è lontana 7 lunghezze; la Roma invece sale a 54 e tiene lontane Napoli e Milan, che questa sera si incroceranno nel posticipo del “San Paolo”.

Juventus-Atalanta 2-2. In serata allo “Stadium” l’Atalanta fornisce una prestazione di straordinaria personalità rimpicciolendo per lunghi tratti i pluricampioni d’Italia, che trovano il pareggio solo al 90° e aggiungono un mattoncino forse decisivo per la conquista dell’ennesimo titolo. La squadra di Gasperini parte forte e poco dopo il quarto d’ora confeziona l’1-0 con Zapata, abile a sfruttare al meglio il suggerimento di Gomez; i bianconeri, che in più momenti appaiono disorientati, non vanno oltre il pregevole diagonale di Dybala, che finisce largo. Nella ripresa il piglio dei bianconeri sembra diverso e al minuto 55 l’arbitro Giacomelli indica il dischetto quando il cross di Dybala impatta il braccio di De Roon; Ronaldo inchioda l’1-1 con sicurezza. Gli orobici però non si scompongono e riprendono a macinare gioco; Malinovskyi, da poco entrato, sfiora il palo in diagonale, mentre dall’altra parte Ronaldo costringe Gollini ad intervenire con i pugni. All’80° i bergamaschi ottengono di forza il nuovo vantaggio, quando il destro prepotente di Malinovskyi dall’interno dell’area trafigge Szczesny. Al 90° però il grande sforzo dell’Atalanta viene vanificato dall’ingenuità di Muriel, il cui braccio in area sul tocco di Higuain è troppo largo ed il secondo calcio di rigore a favore dei bianconeri è inevitabile; dagli undici metri Ronaldo è nuovamente impeccabile e il 2-2 passa agli archivi. I bianconeri, pur opachi, passano indenni attraverso novanta minuti complicati e si arrampicano a 76 punti; non mancano invece i rimpianti per l’Atalanta, che in caso di vittoria si sarebbe ritrovata seconda in classifica a -6 dalla vetta e deve invece accontentarsi di una pur sempre encomiabile terza piazza con 67 punti.

Il programma del 32° turno proseguirà oggi con Genoa-SPAL ad aprire le danze alle 17.15; alle 19.30 sono poi previste Cagliari-Lecce, Fiorentina-Verona, Parma-Bologna e Udinese-Sampdoria. Il match serale vedrà di fronte Napoli e Milan, mentre domani sera il tabellone sarà completato da Inter-Torino.

Gigi Bria

Tags
Mostra Altro

Gigi Bria

Le cose migliori arrivano per caso. Per caso, ormai dieci anni fa, iniziai ad insegnare diritto ed economia politica in una scuola superiore di Milano. Sempre per caso, qualche anno fa, mi fu proposto di scrivere. Ho visto "La Voce" quando era ancora un embrione; ora è il giovane figlio di cui mi prendo cura ogni giorno parlando di sport e dirigendone la relativa redazione. Seguo il mondo del calcio, confidando di riuscire a non far mai trasparire la mia pur blanda fede calcistica.
Close