Mondo

RECOVERY FUND, VERTICE CONTE-MERKEL: CONDIZIONI FAVOREVOLI PER UN ACCORDO

Incontro apparentemente costruttivo tra i due leader, anche se permangono punti da chiarire

Si è svolto ieri pomeriggio, presso il castello di Meseberg, il bilaterale tra la Cancelliera tedesca, Angela Merkel ed il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Al centro dell’incontro, il Recovery Fund sul quale sembrano esserci le condizioni per un accordo tra i due Paesi.

Nel corso della conferenza stampa svoltasi a margine del vertice, la Merkel riferendosi proprio al Recovery Fund ha affermato: “”Ne parleremo venerdì. Le opinioni sono ancora in parte divergenti ma penso che arriveremo ad un accordo”. La Cancelliera tedesca ha voluto sottolineare ed encomiare lo spirito con il quale l’Italia ha saputo reagire durante la fase acuta della pandemia di coronavirus, aggiungendo che occorre uscire dalla crisi in termini solidali.

“Abbiamo un compito complesso, quello di approvare sia il quadro pluriennale sia varare il Recovery fund e il cosiddetto Next generation Eu. Entrambi appoggiamo queste intenzioni e questo progetto. Per quel che riguarda le proposte di Charles Michel, ognuno ha i propri interessi”. Tuttavia, “siamo d’accordo sulla struttura di base” ha detto ancora la Merkel.

Conte ha rimarcato: “E’ un negoziato molto difficile, ho sempre sottolineato le difficoltà ma ho cercato in modo ambizioso di rappresentare il comune obiettivo di una risposta Ue solida, forte e coordinata”.

“L’Europa – ha proseguito Conte riferendosi ai cittadini UE – deve offrire soluzioni, “non illusioni e paure; quelle lasciamole ai movimenti nazionalisti.

La Merkel, rispondendo a chi le domandava chiarimenti circa la governance del Recovery Fund, ha richiamato la proposta di Charles Michel il quale ha suggerito che “i Paesi trattino con la Commissione su come questi fondi vengano spesi, e alla fine il Consiglio deve decidere con maggioranza qualificata. Mi sembra una buona soluzione che io potrei sostenere. Giuseppe Conte ha dimostrato di essere proattivo con la sua agenda di riforme”. La Cancelliera tedesca ha garantito che la Germania svolgerà il suo ruolo nel merito.

“Non so se raggiungeremo un accordo o meno a prescindere dalle quote. Non è ancora certo. Il percorso da fare è ancora lungo. È importante che quello che abbiamo previsto come fondo di ripresa sia qualcosa di poderoso, di particolare, che non sia troppo ridimensionato. Il compito è enorme e anche la risposta deve essere poderosa” ha detto ancora la Merkel.

Conte, sollecitando il raggiungimento di un accordo in tempi brevi, ha affermato: “L’Italia è per criteri di spesa chiari e trasparenti, non stiamo chiedendo fondi da utilizzare in modo arbitrario. In modo discrezionale sì, ma non arbitrario”.

IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA

La Voce

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014
Close
Vai alla barra degli strumenti