RECOVERY FUND: C’E’ L’ACCORDO

Dopo 4 giorni e 4 notti, i leader europei trovano la sintesi con una dotazione pari a 750 miliardi di euro dei quali, 390 miliardi saranno in termini di sussidi

Dopo 4 giorni e 4 notti di lavoro ininterrotto e segnato da ben più di un momento di tensione, i leader europei hanno trovato un accordo sul Recovery Fund e sul Bilancio dell’UE per il periodo 2021-2027. A darne notizia, il presidente del Consiglio UE Charles Michel il quale ha affermato: “L’abbiamo fatto. Ci siamo riusciti. L’Europa è solida, è unita. E’ stato difficile”, ma “è stata una maratona che è finita con un successo per tutti. E’ un momento centrale nella storia dell’Europa. E’ la prima volta che rafforziamo insieme le nostre economie contro la crisi”.

Il Recovery Fund disporrà di una dotazione pari a 750 miliardi di euro dei quali, 390 miliardi saranno in termini di sussidi. Per quanto riguarda il Bilancio, questo è stato fissato in ragione di 1.074 miliardi.

Soddisfatto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte il quale ha commentato: “Avremo una grande responsabilità: con 209 miliardi abbiamo la possibilità di far ripartire l’Italia con forza e cambiare volto al Paese. Ora dobbiamo correre”. “Siamo soddisfatti: abbiamo approvato un piano di rilancio ambizioso e adeguato alla crisi che stiamo vivendo – ha aggiunto Conte -. Abbiamo conseguito questo risultato tutelando la dignità del nostro Paese e l’autonomia delle istituzioni comunitarie”.

Sulla stessa linea, il presidente francese, Emmanuel Macron che ha twittato: “Giornata storica per l’Europa!”.

Antonio Marino

La Voce

Vai alla barra degli strumenti