Calcio Serie A

Serie A: Juve ko a Udine e festa scudetto rinviata. La Lazio batte il Cagliari in rimonta

Serie A

IL 35° turno del campionato di calcio di Serie A si chiude con la rocambolesca sconfitta della Juventus che viene rimontata e sconfitta nel recupero dall’Udinese per 2-1 e deve così rinviare sul più bello la festa scudetto; con lo stesso punteggio la Lazio si impone sul Cagliari e a tre giornate dal termine resta formalmente ancora in corsa per il titolo a -8 dalla capolista dietro ad Atalanta e Inter, che sono staccate rispettivamente di 6 e 7 lunghezze dalla Juventus.

Udinese-Juventus 2-1. Quando ormai la squadra di Sarri già pensava di avere in tasca il pareggio – risultato sufficiente per la conquista dello scudetto numero 36 della storia juventina – Fofana al minuto 92 rovina la festa della capolista realizzando la rete del 2-1 che regala la vittoria ai friulani; per gli uomini di Gotti il successo vale tre punti d’oro in chiave salvezza, con il Lecce, terzultimo, che viene rispedito a -7. Eppure, ad andare in vantaggio è proprio la Juventus al 42° con De Ligt; sulla respinta corta di Becao, il difensore olandese controlla al limite dell’area e scaglia un destro violento trovando l’angolino basso alla destra di Musso. Nella ripresa però l’Udinese riesce a pareggiare già al 52° con Nestorovski; Sema crossa dalla sinistra sul secondo palo ed in tuffo di testa si inserisce il macedone che batte in modo pregevole Szczesny e riporta in parità la gara. La Juventus risulta scossa, fa molta fatica a riorganizzarsi e di conseguenza non riesce a rendersi pericolosa; così, al 2° minuto di recupero, Fofana infligge una doccia fredda alla capolista, riuscendo nella doppia impresa di regalare la vittoria ai suoi e di cancellare il primo match ball ai bianconeri per il campionato. Nella circostanza il franco-ivoriano scende verticalmente verso l’area juventina, salta con un tunnel De Ligt al limite dell’area e successivamente batte con un preciso rasoterra Szczesny in uscita; si ferma quindi per il momento alla “Dacia Arena” la corsa della Juventus, che già nel prossimo turno – in programma domenica – disporrà contro la Sampdoria della possibilità di rifarsi davanti al proprio pubblico.

Lazio-Cagliari 2-1. I biancocelesti di Inzaghi escono vittoriosi dall’”Olimpico” contro il Cagliari di Zenga e continuano a sperare nel secondo posto. Le squadre si studiano di fatto per quasi tutto il primo tempo; la Lazio va vicina al vantaggio con Luiz Alberto, Immobile e Lazzari (Cragno strepitoso in tutte e tre le circostanze), ma proprio allo scadere della prima frazione Simeone – che già in precedenza si era reso pericoloso, così come Joao Pedro –  porta in vantaggio gli isolani sfruttando il bel lavoro in area di Ionita, per poi infilare Strakosha con la complicità della deviazione di Luiz Felipe. Nella ripresa i padroni di casa acciuffano il pareggio già al minuto 47 con Milinkovic-Savic che segna con uno spettacolare destro al volo dai venti metri sotto l’incrocio; al 60° minuto i biancocelesti completano poi la rimonta grazie ad Immobile che, su assist di Luis Alberto, buca Cragno di sinistro.

Nella serata di oggi Milan e Atalanta inaugureranno il 36° turno; domani sarà invece la volta di Brescia-Parma (h. 17.15), Genoa-Inter (h. 19.30) e Napoli-Sassuolo (h.21.45). Domenica sono poi in programma le restanti sei partite; alle 17.15 aprirà Bologna-Lecce, mentre alle 19.30 sono previste Cagliari-Udinese, Verona-Lazio, Roma-Fiorentina e SPAL-Torino. In serata Juventus-Sampdoria chiuderà il tabellone.

Donatella Swift

Tags
Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Close
Vai alla barra degli strumenti