Gli Esseni, la Vita a 360°

Concentrarsi sulla Vita, concentrarsi sull’Essenziale

Sei ciò che fai, diventi ciò che metti al mondo

Pronunciando queste parole: «I poveri li avrete sempre con voi; ma me, non mi avrete sempre», Gesù voleva dirci: «Occupatevi di me», vale a dire non di lui, l’uomo mortale, ma del divino.

Occuparsi dei poveri, è far crescere la povertà, perché concentrarsi su una cosa è farla apparire e crescere.

Concentriamoci su ciò che è essenziale, e l’essenziale potrà apparire e crescere. Se ci concentriamo su Dio, non vi sarà alcuna povertà; la povertà appare quando ci concentriamo su ciò che non è Dio.

CHE TUTTE LE NOSTRE

ATTIVITÀSIANO PER DIO

Il mondo nel quale noi viviamo sta per sprofondare, bisognerebbe essere ciechi per non vederlo. Usciamo dall’illusione e costruiamo un altro mondo, non soltanto per noi, ma per le generazioni future. Concentriamoci sul pensiero di crearci un corpo superiore per arrivare a vivere con il mondo divino e per far sì che tutte le nostre energie vadano verso un mondo superiore.

Riprendiamo i nostri territori e offriamo a Dio ciò che Gli appartiene. Realizziamo una bella opera per il mondo divino e tutti gli esseri la vedranno. Siamo la benedizione per tutti, senza alcun giudizio, senza voler convertire nessuno. Non serve a nulla cercare di convertire, perché è Dio a decidere: coloro che Egli chiama verranno; saremo semplicemente pronti ad accoglierlo.

Partecipiamo a un’opera magnifica, un’opera che cambierà l’aspetto del mondo, ecco la volontà del Padre. Offriamo al mondo qualcosa di sublime, di autentico, di puro, trasformando insieme le nostre debolezze in forza, tramite il sostegno reciproco e la devozione verso l’opera della Luce.

È un invito al matrimonio con il mondo divino. La nascita è stata chiamata i «misteri della Madre»; la morte i «misteri del Padre»; e il matrimonio i «misteri del Santo-Spirito».

In passato, il matrimonio, rappresentava i grandi misteri dell’amore, del sesso, della fecondazione, dell’arte di creare dei corpi; non era solo il fatto in sé di sposarsi  con un uomo o una donna, ma l’unione con Dio, cioè il Santo-Spirito. Essere sposato con Dio, è mantenersi nella fecondazione, è riconoscere la semenza del nostro futuro attraverso le nostre parole e i nostri occhi.

di Olivier Manitara, Maestro esseno autentico

Brano del suo libro: “Le grandi chiavi di Gesù” (Psiche2)

https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__grandi-chiavi-gesu-olivier-manitara-libro.php?id=187749

Proposto da Alain Contaret

Rappresentante della Tradizione e Religione essena in Italia

Sacerdote esseno, ierogrammata (scriba esseno) e insegnante esseno

Esperto Arte del movimento meditativo esseno (Qi Gong e Yoga esseno)

Discepolo del Maestro Olivier Manitara

Correzione testo: Barbara Frattini

Sacerdotessa essena e Ierogrammata (scriba essena)

Discepola del Maestro esseno Olivier Manitara

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014
Back to top button