Gli Esseni, la Vita a 360°

La grande Via della coerenza: l’armonia tra i pensieri, i sentimenti, i desideri e gli atti

Vivere interamente per ciò che crediamo essere giusto e vero

Chi non è mai stato diviso dentro di sé rispetto a delle situazioni o a delle scelte da compiere? Chi non ha mai vissuto un conflitto interiore in riferimento ai vari aspetti del proprio essere?

La conoscenza dell’uomo è primordiale per poter dare una risposta corretta rispetto a certi fenomeni interiori e a certe difficoltà inerenti alla vita terrena.

Si deve tener ben presente che la nostra personalità, l’essere vivente, cosciente ed intelligente, è strutturato da più realtà, che devono essere conosciute nel loro funzionamento, nei loro bisogni e nei loro obbiettivi.

Ciò che accade spesso nella vita e di cui non ne abbiamo sempre consapevolezza è che tra i pensieri e gli atti non c’è coerenza, oppure tra la mente ed il cuore, tra i sentimenti ed i pensieri…

Armonizzare gli aspetti della nostra personalità e veicolarli nello stesso senso è tutta una disciplina e un’arte di vivere. Abbiamo un corpo che conosciamo in modo infinitesimale e con il quale abbiamo dei rapporti che dipendono dalla nostra educazione su vari piani. Ma se siamo sensibili ed attenti, possiamo sentire che abbiamo tutta una vita psico-spirituale ed energetica, la quale rappresenta il nostro io, che alla fine proviene dall’esistenza del corpo stesso. Questo io, che si presenta, dunque, su quattro piani, il piano mentale, emozionale, energetico e fisico, ha bisogno di educazione e di un certo tipo di ambiente per vivere la sua unicità. Questo è fondamentale per la vita quotidiana e lo è ancora di più per coloro che vogliono attingere agli altri quattro altri piani, che appartengono ad altre dimensioni.

L’uomo è dunque un insieme di realtà, di piani, che lo rendono complesso ma meraviglioso al tempo stesso.

Se analizzassimo i problemi che l’umanità deve risolvere, vedremmo che la debolezza principale è la non coerenza tra i pensieri, le parole e gli atti. In definitiva, l’uomo è un grande sognatore, ha un’immaginazione fervida, ma alla fine realizza poco, soprattutto rispetto alle nobili cause e ai grandi ideali. In effetti, è raro che l’uomo vada sino in fondo rispetto a ciò che crede essere bello, grande, giusto e vero. Si ferma spesso ad una comprensione limitata oppure frena se stesso.

L’intelletto, il cuore, la volontà ed il corpo devono per forza essere messi al servizio dei quattro altri piani che costituiscono la vita superiore dell’uomo, la vita non assoggettata ai limiti.

In effetti, la Coscienza, il Destino, l’Anima e lo Spirito rappresentano delle realtà che possono canalizzare, orientare, sistemare e dunque unificare la personalità umana mortale.

L’uomo, nel suo aspetto mortale, ha bisogno di educazione per entrare man mano in un equilibrio e in una maestria di sé. I grandi Principi che egli porta in sé e che sono alla base della sua esistenza rappresentano proprio il meglio di sé. Occorre osservarci spesso per renderci conto di questa verità. Amare se stessi con autenticità, significa studiarsi a tutti livelli ed orientarsi nella buona direzione, verso l’interno e preparare il terreno affinché il meglio di noi stessi possa manifestarsi attraverso la nostra personalità, attraverso i nostri pensieri, sentimenti, desideri ed atti.

 Alain Contaret

Rappresentante della Tradizione e Religione essena in Italia

Sacerdote esseno, ierogrammata (scriba esseno) ed insegnante esseno

Esperto dell’Arte del movimento meditativo esseno (Qi Gong e Yoga esseno)

Discepolo del Maestro Olivier Manitara,

Correzione testo:

Barbara Frattini

Sacerdotessa essena e Ierogrammata (scriba essena)

Discepola del Maestro esseno Olivier Manitara

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Back to top button