Gli Esseni, la Vita a 360°

Sii stabile come la montagna, vivo come l’albero, affettuoso come l’animale

Essere consapevole della propria vita universale e della propria affinità magica con tutti i regni e le gerarchie della natura.

1 L’uomo è il re sulla terra, ma non è il solo ad avere delle capacità e a poter comunicare col mondo divino. Ci sono anche le montagne e le pietre, gli alberi e le piante, gli animali.

2 Se si considera l’uomo nella sua totalità, ci si accorge che è costituito da tutto questo, e altro ancora. In lui esistono le montagne, gli animali, i vegetali, tutti gli elementi della natura visibile e invisibile salendo su fino agli Arcangeli, agli Dei ed anche fino a Dio. Tutto quel che vive nell’universo esiste anche nell’uomo come potenziale, e per la legge delle affinità si trova collegato all’uomo.

3 Così, l’uomo ha una vita individuale, ma anche una vita universale, e queste 2 vite sono in corrispondenza. Per conoscere l’armonia nella sua vita individuale, l’uomo deve anche essere in armonia nella sua vita globale, nella sua relazione con l’universo, con la natura, con tutti gli esseri e tutti i regni. Ogni creatura che compone il tutto è particolare e ciascuna ha diritto alla differenza, ma tutto questo s’inscrive in un’armonia d’insieme.

Vita4 Questa legge sacra è valida per la pietra come per l’Angelo e anche per l’umanità come per l’uomo individuale. La maggior parte degli uomini è disgraziatamente inconsapevole della propria vita universale e della propria affinità magica con tutti i regni e le gerarchie della natura. È giusto la coscienza che fa sì che l’uomo sia diverso dalle pietre, dalle piante e dagli animali. Grazie alla coscienza, l’uomo sta alla frontiera fra 2 mondi, e può così stabilire fra di essi l’equilibrio, oppure lo squilibrio.

5 Se l’uomo sceglie di vivere una vita unicamente individuale e inconsapevole dell’altra sua dimensione magica, introdurrà suo malgrado l’anarchia e la malattia nel corpo della propria Madre, la terra.

6 Niente è più importante per l’uomo che vivere in armonia con sé stesso, con l’universo e col divino. Vivere con la natura, significa anche trovare la propria vera natura e il mondo divino, in sé stessi e nella natura. Separarsi dalla natura vuol dire perdere la propria natura e il legame cosciente e vivente con i mondi superiori. Bisogna che l’uomo s’avvicini a tutti gli elementi che costituiscono il grande corpo della natura per stabilire un legame con essi e scoprire come possono risvegliare e nutrire la vera natura in lui, gli elementi divini che lo costituiscono.

7 Così, egli diventerà un uomo vero, in armonia con gli esseri delle altitudini e la Madre delle profondità. Unirà lo spirito e la materia. Così come un raggio di luce, diventerà l’intermediario risvegliato fra i 2 mondi del visibile e dell’invisibile. Illuminerà il mondo materiale con la sua presenza, la sua intelligenza, il suo potere creativo spirituale e la sua saggezza attiva ed efficace.

8 L’uomo non deve lasciare all’abbandono il proprio essere individuale, altrimenti s’indebolirà. Deve piuttosto sforzarsi di risvegliare questo essere al fine di renderlo vivente, cosciente, e non permettere ad alcuna forza estranea di travolgerlo. Bisogna sapere che se l’uomo non utilizza una parte del suo essere, altre influenze, altre intelligenze se ne impadroniranno a sua insaputa. Nulla nell’universo può restare nell’inattività, tutto viene sempre utilizzato.

9 L’uomo deve tutto risvegliare in lui, rendere tutti i componenti del suo essere attivi, viventi, dal più materiale al più spirituale ed anche fino al divino. Deve concentrare la sua energia perché tutti i mondi che abitano in lui siano nutriti nella Luce.

10 Avvicinati alle montagne, alla vegetazione e agli animali. Guarisci, fortifica, comunica e sii istruito da tutto ciò che fa sì che l’universo esista. Tu sarai vivo come l’albero, stabile come la montagna e affettuoso come l’animale. L’uomo completo, è quando tutte le gerarchie in lui sono equilibrate nella Luce.

Estratto del Vangelo Esseno dell’Arcangelo Uriele (Salmo 22 – Copyright Olivier Manitara – Nazione Essena)

Per leggere gli altri articoli della rubrica “Gli Esseni, la Vita a 360°” CLICCA QUI

Visita qui anche il nostro sito

Proposto da: Alain Contaret

Nazione Essena

Rappresentante della Tradizione e Religione essena in Italia

Sacerdote esseno, ierogrammata (scriba esseno) ed insegnante esseno

Esperto Arte del movimento meditativo esseno (Qi Gong e Yoga esseno)

Discepolo del Maestro esseno Olivier Manitara,

Correzione testo: Barbara Frattini

Nazione Essena

Sacerdotessa essena ed Ierogrammata (scriba essena)

Discepola del Maestro esseno Olivier Manitara

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Back to top button