Gli Esseni, la Vita a 360°

Vangelo Esseno dell’Arcangelo Michele

Niente più guerra

La vera religione consiste nel camminare sui passi dei propri genitori. Avanzi, là dove loro hanno posato i loro passi, porti il mondo che hanno portato e conduci tutto ciò oltre.

Sappi che non puoi apparire dal nulla, sei il frutto dell’albero dei tuoi antenati.

Dalla terra di cui disponi, devi far apparire un giardino che contiene i semi che i tuoi antenati hanno lasciato. Questo giardino deve essere un luogo di elevazione e di nobilitamento che permetterà che si manifesti ciò che era nascosto nei semi dei tuoi antenati. Allora nel giardino si ergerà un albero che potrà vivere con gli uccelli del cielo attraverso i suoi rami. Tramite il tronco, conoscerà la rettitudine e la dignità dell’esistenza. Tramite le radici, conserverà la memoria, che le generazioni future potranno esse stesse trovare, attraverso il radicamento. Così, non avrai creato, ma avrai nobilitato ciò che viveva in te attraverso i semi che portavi. Così è la vera religione.

E’ fondamentale che tu non sottostimi la tua costituzione.

Tu devi conoscerti e nobilitare ciò che ti costituisce, altrimenti questo mondo in te sarà usato da un mondo estraneo ai valori che i tuoi antenati hanno posto in quei semi.

Io vi dico: niente più guerra, mai più conflitto, mai più tensione, mai più inutilità, mai più sprechi nelle vostre vite. Tutto questo è un mondo che non solamente non produce niente, ma che vi devia dal vero scopo, vi deruba e vi conduce alla vostra rovina.

Smettetela di vivere per il nulla.

Io voglio degli esseri che stiano nel discernimento delle forze che deviano l’uomo. Voglio degli esseri che si risveglino in questo sapere della visione giusta.

Voglio degli esseri autentici, attivi che, una volta che hanno visto e capito, agiscano per farsi un corpo e vivere conformemente a ciò che è vero.

Voglio degli esseri pronti a prendere la spada per la vittoria del mondo divino.

Radunatevi nella coscienza, nello studio e nella buona volontà perché possa apparire l’intelligenza che vi mostrerà che vi è un mondo che si prende gioco di voi, che vi toglie il vostro valore e che deve essere fermamente rimesso al suo posto.

La spada deve essere al servizio di ciò che ha valore e non di ciò che conduce al decadimento.

Per coloro che sono pronti ad ascoltarmi voglio e dico:  fermate la guerra.

Gli uomini risponderanno che non possono, perché portano in sé la guerra a causa della loro educazione. A costoro, io dico che esiste un cammino, un luogo, dove la guerra non può entrare. Questo luogo è stato definito in molti modi, come “la camera segreta” o “il santuario del cuore”. Io, la chiamo la “Casa di Dio”. Lì, sta tutto ciò che è al di là dello spirito della guerra. Lì, troverai la calma, il riposo, la pace.

Tendi verso questo luogo, cammina sulla via che ivi conduce e diventa artigiano della pace. Così, ciò che porti nella tua vita e che ti anima nello spirito del conflitto sarà frenato e non potrà passare la frontiera di questo territorio santificato. Questo mondo ti abbandonerà per lasciar posto a una vita di studio, di raccoglimento e di comunione con i valori superiori della vita.

Essendoti liberato dalla stretta di un mondo oppressivo, il tuo corpo, il tuo pensiero e tutti gli organi sottili che ti servono come strumenti per vivere, troveranno altri mezzi per rigenerarsi, esprimersi e funzionare. Una nuova percezione apparirà in te e ti mostrerà come puoi operare sulla terra per essere uno strumento del Sole, di ciò che rischiara e costruisce, piuttosto che di ciò che spegne ogni luce e conduce verso il nulla.

Radunatevi e unitevi con l’intelligenza che rischiara, guarisce ed apre un cammino armonioso e ricco.

Raddrizzatevi e trovate la gioia di vivere brandendo il vostro essere per far apparire la dignità e la bellezza di un mondo al quale voi credete.

Cessate di combattere contro dei fantasmi che si prendono gioco di voi, che vi fanno girare come marionette, che vi stordiscono e vi fanno cadere, conducendovi alla stupidità. E va a finire, che in ultimo, vi date a loro e gli appartenete.

Che gli uomini ascoltino e comprendano questo sapere. Che trovino il coraggio di guardarlo in faccia e di vedere questo mondo inutile che li anima e li conduce verso ciò che non ha valore e che non è neppure monetizzabile, perché esso è niente, è un nulla, una falsa apparenza, una farsa.

Versetti tratti dal salmo  216 del Vangelo Esseno dell’Arcangelo Michele “La Religione Universale” Oliver Manitara- Edizioni Psiche Due- Disponibile in tutte le librerie.

Proposto da: Barbara Frattini

Sacerdotessa Essena, Ierogrammata, Discepola del Maestro Esseno Olivier Manitara

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Back to top button