Gli Esseni, la Vita a 360°

L’arte dei mandala esseni: Geometria sacra e scienza religiosa dei colori

L’Educazione e la Guarigione, attraverso la Bellezza, la Luce, l’Arte e le Virtù

In sanscrito, la parola “mandala” significa sia “cerchio” che “totalità”: è una rappresentazione universale presente in tutti i popoli, un simbolo vivente dell’universo in movimento, della grande ruota cosmica, della creazione. Il cerchio simboleggia l’assoluto, l’infinito, l’unità: l’essenza, la natura divina.

Tutte le figure geometriche e simboliche hanno come origine il cerchio. Così, il Mandala è un diagramma magico che rappresenta il potere del Tutto. Questo potere è legato alla conoscenza dei continui scambi che avvengono tra il centro e la periferia. Il centro simboleggia lo spirito e la periferia la materia vivente. Avvicinarsi al centro è acquisire conoscenza, stabilità, creatività. È portare intelligenza, ordine nella propria vita.

Tutti abbiamo avuto l’esperienza di guardare con meraviglia il cuore di un fiore. Ci indica e ci ricorda il nostro centro intimo: il punto focale verso il quale dobbiamo tendere e dispiegare tutte le nostre energie per trovare la nostra vera natura.

Questi mandala sono un simbolo che permette, per condensazione, la comparsa di energia benefica. Sono offerti al mondo perché tutti possano beneficiarne e contribuire, per risonanza, al bene di tutti gli esseri.

La loro bellezza rivela chiaramente la loro natura: sono un omaggio al meraviglioso mondo delle virtù, talismani consacrati, un dono inestimabile. Ogni mandala porta l’energia di una particolare virtù pur essendo un’unità.

Approfondisci qui 

Le virtù sono tutto ciò che rende felici, ciò che porta felicità e bella vita. Nel suo corpo del destino, l’uomo ha una libertà. Può scrivere il proprio destino in base a ciò che fa con le virtù, i valori. Se l’uomo abusa di una virtù, raccoglierà il frutto del suo comportamento, sperimenterà egli stesso il dolore fino al suo risveglio. In base a ciò che l’uomo fa, prepara il suo futuro.

I mandala hanno la strana capacità di servire da specchio in se stessi e nella casa. Permettono di fare il punto, di generare un chiarimento, di pulire le zone d’ombra. Spesso, in una casa, ci sono zone d’ombra, luoghi non detti, inconsci, non lavorati. È qui che si accumula la negatività. I mandala ravvivano l’aria e puliscono l’anima della casa. Risvegliano la coscienza e portano naturalmente alla chiarezza, chiarezza in noi stessi e nel nostro ambiente.
La chiarezza ci permette di fare della vita un’alleata. Non si tratta quindi assolutamente di ritirarsi in se stessi e lasciare che la vita si addormenti in se stessi. Al contrario, dobbiamo aprirci alla luce, alla bellezza, e darle la possibilità di mettere ordine.

Dobbiamo mettere tutte le possibilità dalla nostra parte e rafforzare tutto ciò che aspira ad aiutarci. Questo è un atteggiamento positivo e fiducioso verso la vita.

I mandala sono più di un’arte visiva, sono anche un modo efficace per riequilibrare e armonizzare le energie.

Approfondisci qui  

Attraverso la sua struttura, il mandala ci parla della creazione e dell’armonia del cosmo. Collega ciò che è dentro, il microcosmo, a ciò che è fuori, il macrocosmo. I pianeti che si evolvono in un cerchio intorno al sole costituiscono un mandala. Allo stesso modo, le galassie con la loro forma a spirale o gli atomi che girano intorno al nucleo riflettono la stessa struttura, la stessa intelligenza che si manifesta nell’infinitamente piccolo e nell’infinitamente grande.

Il punto centrale rappresenta la fonte creativa, la divinità, l’eternità. La spirale simboleggia il principio femminile, la sfera della respirazione, la creazione, il tempo.

Quando eravamo nel grembo di nostra madre, abbiamo formato un mandala. Noi eravamo il centro e la placenta, con il liquido amniotico, era la spirale dell’evoluzione. In questo momento, siamo il centro della nostra vita e la nostra aura irradia forze, influenze intorno a noi.

La struttura dei mandala ci incoraggia ad armonizzare con noi stessi e il nostro ambiente. La spirale ci invita a riflettere sulla natura della nostra relazione con noi stessi, con gli altri, con il cosmo. Ci sono, in noi, diversi centri che emettono vibrazioni: i centri del pensiero, dei sentimenti, della volontà, del corpo… Tutti questi centri devono essere in armonia tra loro e con i centri corrispondenti nel macrocosmo.

I mandala sono dei guardiani silenziosi. Ci ricordano che ci sono altri mondi dentro di noi e intorno a noi e che dobbiamo rispettarli perché la nostra vita sia bella e felice.

*** Azienda essena “La Ronda dei Mandala” per la promozione e la divulgazione dell’Arte dei Mandala Esseni  ***

Proposto da Alain Contaret

Ambasciatore della Nazione Essena – Ambasciatore della Pace

Rappresentante della Tradizione e Religione essena in Italia

Sacerdote esseno, ierogrammata (scriba esseno) ed insegnante esseno

Esperto dell’Arte del movimento meditativo esseno (Qi Gong e Yoga esseno)

Discepolo di Olivier Manitara (autentico Maestro esseno) e della Tradizione dei Maestri esseni

In collaborazione con  Walter Rocco Fasto

Nazione Essena

Sacerdote lettore esseno e Ierogrammata (scriba essena)

Discepolo di Olivier Manitara (autentico Maestro esseno) e della Tradizione dei Maestri esseni

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Back to top button