La Sophia: un augurio originale per il Natale

Il Natale del sorriso in noi, per gli altri e per un mondo migliore

Oggi è Natale ed è ormai tradizione su La Sophia che ne parli. Ho condiviso ogni anno in base alle mie personali ricerche e sensazioni cosa è questo speciale periodo.

Quest’anno non so quanto possa essere attendibile per voi e parlarvi del Natale. Ciò che ho sentito però è che voglio comunque tentare. Forse la mia rubrica oltre ad essere un luogo di informazione è un vero e proprio scrivere a tutti voi. Non so chi siete che mi leggete ma sento che ci siete e che scrivervi è importante.

Per me, per una serie di ragioni, questo è un Natale solitario. Non è forse necessario che vi descriva come mi sento perché voglio che questo articolo resti un augurio per voi e che nonostante tutto io riesca a cogliere ciò che realmente conta in questi giorni.

Sento che ciò che conta davvero in questi giorni è sorridere, produrre calore dentro il cuore e dentro tutto il corpo. Sorridere non significa solo sentirsi bene ma significa regalare speranza a sé stessi e a chi ci circonda. Non so come vi sentite e se leggendo questo sentite una resistenza. Forse c’è qualcuno tra di voi che sente il contrario; che sente freddo e incapacità di sorridere. Forse c’è qualcuno che invece sente di fare proprio questo, produrre calore e solarità.

Non importa come tu ti senta. Non sei sbagliato in nessun caso. Quello che conta è renderci conto questo Natale che ciò che davvero conta nella vita è il sorriso. Se non abbiamo il sorriso nella vita tutto il resto non ha significato. Non dico che non possiamo lo stesso vivere, possiamo, ma credo che non sia questa la vita.

Sorridere sembra una cosa banale ma io sento che oggi nel nostro mondo manca davvero tanto. Difficilmente sorridiamo. Quello che facciamo è avere sotto controllo la nostra vita, studiare, imparare e soprattutto sopravvivere facendoci sempre più forti, superiamo difficoltà e siamo come pietre possenti che diventano sempre più sagge ma quello che ci manca è una vera capacità di sorridere.

Forse quello che sto dicendo è un paradosso dato il periodo che stiamo vivendo e qualcuno potrebbe dire come posso sorridere in questo momento? E credimi anche io lo penso in alcuni momenti ma forse è proprio questo periodo a ricordarci questo, è forse proprio il Natale in questo periodo a dirci che l’unica cosa davvero importante è sorridere. Con sorridere non intendo scherzare. È ovvio che possiamo generare il sorriso divertendoci, attraverso l’ironia e scherzando ma non finisce qui la mia riflessione.

Sorridere significa anche e soprattutto amarci, dare la possibilità alla vita di manifestarsi e prendere forma, darci la possibilità di essere felici o perlomeno cominciare a stare bene.

Sorridere è un’attitudine che non per forza è sempre visibile attraverso l’apertura della bocca ma può avvenire anche dentro. Diciamo infatti: “Ti sorridono gli occhi”. Sorridere infatti significa avere dentro di sé quella forza vitale.

Non è semplice sorridere con tutti o generare autonomamente dentro di noi quello stato ma ci sono momenti speciali e persone speciali con le quali riusciamo a creare quella magia.

Quella magia è la stessa del Natale.

Credo che la cosa più importante in questo Natale sia ricercare, unirsi a situazioni e persone in cui riusciamo a generare questa magia.

Vi auguro di farcela e ricordate che la cosa più importante è innanzitutto renderci conto che il sorriso adesso conta.

Non importa se non ci riuscite subito, già dare importanza a questo significa trasformare il nostro mondo in un mondo migliore.

Un augurio sorridente e caloroso da La Sophia.

Sophia Molitor

Vai alla barra degli strumenti