La legge della Reincarnazione

Capire il presente staccandosi dall’identificazione al corpo

Cerchiamo tutti noi la nostra vera identità, la nostra autentica Verità ed il motivo profondo di essere sulla terra. La ricerca di sé è fondamentale per trovare il senso della nostra vita ed orientarla verso la sua fioritura.

La maggior parte del tempo ci identifichiamo al nostro corpo e a tutto ciò che ad esso è associato. Da lì nascono tutte le insoddisfazioni, i problemi e le paure.

La vita è un Mistero, il Mistero di esistere. Dio è l’Esistenza in sé.

Nella nostra vita viviamo tanti cicli; piccoli cicli come per esempio, un giorno e grandi cicli come per esempio, un anno. Vediamo che la vita umana si poggia sui cicli della vita e non può essere diversamente. Nasciamo e moriamo, questa realtà esprime un ciclo ancora più grande, ma dal punto di vista del corpo. Possiamo dire, arriviamo e ripartiamo per esprimere lo stesso ciclo. Una vita è l’espressione di un ciclo che è stato nascosto volontariamente in Occidente ma… non completamente.

Per chi studia la Vita cosi com’è, una legge immutabile dice: Una verità è vera se incontri la sua veridicità nella natura, nella realtà stessa della vita, che la valida. Questo è un soccorso meraviglioso di fronte a tanta confusione che esiste tra le varie filosofie e religioni.

Ma prima di leggere insieme una pagina del libro sacro della vita, andiamo a scoprire di cosa si tratta.

La legge della reincarnazione porta alla nostra coscienza che in realtà non siamo il corpo e che per evolvere abbiamo bisogno di tornare spesso sulla terra fino al momento in cui raggiungiamo la conoscenza perfetta di noi stessi, la perfezione. Fino al momento in cui raggiungiamo l’unità con il Mistero dell’esistenza stessa. Fino al momento in cui ci liberiamo coscientemente di tutti limiti della materia, di tutti i nostri debiti accumulati. È evidente che la legge della reincarnazione è strettamente legata alla legge del Karma.

Quando nasciamo, prendiamo un corpo e poi lo lasciamo e questo lo facciamo tante e tante volte. Vi ricorda qualcosa nella vita quotidiana? Nella realtà della vita? É proprio un processo che viviamo tutti giorni senza accorgecene. Lo viviamo nel piccolo, nella routine dei nostri giorni. Ecco la grande verità su questa legge della vita: Ogni mattina ci reincarniamo, riprendiamo un corpo e la sera ci disincarniamo e andiamo nell’aldilà, lasciamo il corpo che, essendo un essere integro, un’intelligenza della natura, del cosmo, si gestisce da solo.

La vita quotidiana, il nostro libro della vita ce lo conferma alla perfezione. Ciò che viviamo in grande, lo viviamo tutti giorni in piccolo. Abbiamo dunque la possibilità di prepararci al grande passaggio, ogni sera, preparandoci alla notte, al sonno.

Viviamo nei due mondi, visibile ed invisibile ma l’educazione non porta l’umano a questa verità.

I due momenti, i più importanti sono il risveglio e l’addormentamento. Questi due momenti sono due porte importanti. Vale lo stesso per la nascita e la morte.

Il ciclo delle reincarnazioni ovvero la legge della reincarnazione ovviamente possiede le sue sfumature ed è necessario un approfondimento per capirla e viverla veramente. In questo articolo facciamo i primi passi per capirla in un modo giusto.

La reincarnazione ci fa prendere coscienza che il corpo è uno strumento, un vestito. Tutti i giorni, la mattina mettiamo i nostri vestiti e ogni sera li togliamo, senza per forza percepire che stiamo vivendo le grandi leggi della vita. Occorre soffermarsi, studiare ogni più piccolo particolare della nostra vita e scopriremmo le grandi leggi. Tutto possiede una forma, una saggezza ed un senso.

Il vissuto del destino è diverso per chi pensa di essere un corpo con eventualmente un’anima, o per chi sa di essere un’anima con un corpo.

“Conosci te stesso (uomo mortale) e conoscerai l’universo e gli Dei (Uomo immortale)” (Orfeo, autentico Maestro esseno)

Scritto da Alain Contaret

Ambasciatore della Nazione Essena

Rappresentante della Tradizione Essena in Italia

Sacerdote, Ierogrammata ed insegnante esseno

Ambasciatore di Pace

Discepolo di Olivier Manitara e dei Maestri Esseni

Corretto da Barbara Frattini

Sacerdotessa e ierogrammata essena

Ambasciatore di Pace

Discepola di Olivier Manitara e dei Maestri esseni

Vai alla barra degli strumenti