Mondo

Spagna: finite le speranze per il piccolo Julen

Malaga, 26 gennaio – Per 13 lunghissimi giorni è stato fatto di tutto per sottrarlo al suo tragico destino ma, nonostante gli sforzi profusi, per il piccolo Julen non c’è stato nulla da fare. Il corpo senza vita del bambino di 2 anni, precipitato in un pozzo a Totalan, una località vicino a Malaga, mentre stava giocando, è stato estratto la scorsa notte, poco prima della 1,30. Julen si trovava ad una profondità di oltre 100 metri.

Comprensibilmente distrutti dal dolore i genitori, già provati dalla perdita di un altro figlio avvenuta nel 2017; in questo caso, il bambino che aveva 3 anni, era morto a seguito di un malore che lo aveva colpito mentre passeggiava sulla spiaggia con il padre e la madre.

Il Comune di Malaga ha disposto tre giorni di lutto cittadino: ne ha dato notizia il Sindaco della città iberica,  Francisco de la Torre.

La Voce

Mostra Altro

Redazione La Voce

Quotidiano d'informazione e cultura nazionale ed internazionale, fondato nel 2014

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio